1 1 3000 1 300 120 30 http://www.spilledabalia.it 960 0
site-mobile-logo
site-logo

LesArtes, la fucina dei turbanti speciali

Stoffe e colori che donano sorrisi alle donne malate di cancro.

Questa che sto per raccontarvi è una storia bellissima, che va ben oltre l’essere patite per lo shopping online o l’accessorio ricercato o il pezzo unico. È una storia chiamata LesArtes e dietro c’è una ragazza con il cuore immenso. Lei è Graziana e confeziona con le sue mani dei turbanti speciali. Perché? Beh, sappiate che gli acquisti delle sue clienti, le permettono di poterne creare tanti altri da poter donare a tutte le donne malate di cancro che, sotto terapia, perdono i capelli.

Pronto per la spedizione…

Potrei fermarmi qui, insomma cos’altro c’è da aggiungere? Già questo dice tutto. Invece no, voglio proprio raccontarvela per bene questa favola.

Ho conosciuto LesArtes in una calda estate, quando stufa della solita coda per tenere a bada i miei ricci, ho iniziato a cercare accessori originali come fasce o turbanti. Una mia amica, allora, mi ha segnalato questo profilo Instagram. Inizio a scorrere le prime foto e… colpo di fulmine!

Turbanti e fasce semplici o reversibili, colori a volontà, fantasie esotiche, stoffe di ogni sorta: lana, ciniglia, velluto, tessuti wax (cosa sono? Ah.. Io lo so! Sono dei tessuti in cotone colorato, in genere con motivi africani, che vengono cerati su entrambi i lati per renderli più resistenti). Il tutto sempre personalizzabile a seconda dei propri gusti.

Le stoffe di LesArtes

Insomma, avevo appena trovato l’accessorio tanto cercato, quello che tutte dovremmo avere nel cassetto: originale, pratico e in questo caso…solidale.

Dietro a ogni creazione, infatti, c’è un vissuto, in primis quello di Graziana:

“Nel 2016 è stato diagnosticato un tumore maligno a mia madre, a partire da quel giorno io e la mia famiglia ci siamo trovati ad affrontare cose a noi sconosciute fino a quel momento […] in tutto questo cammino abbiamo incontrato tante persone con storie diverse, con modi diversi di affrontare le paure e i dolori […] più andavo avanti e più mi rendevo conto che l’unica medicina che faceva effetto su tutti era il conforto di un sorriso anche tra completi sconosciuti […] Dopo aver affrontato questo periodo sentivo la necessità di doverlo superare, di doverlo metabolizzare e trasformare in qualcosa di buono, dovevo farlo per me e per tutte quelle storie che ho respirato in quei lunghi mesi; di qui è nata l’idea di LesArtes”.

LesArtes è un progetto che urla la forza delle donne e che punta a rendere una fascia o un turbante (oggetto da sempre associato alle cure chemioterapiche) un capo di abbigliamento di moda, permettendo alle donne in cura o che soffrono di alopecia, di abbellire il proprio capo senza creare un divario tra malattia e salute.

Amare se stessi.

È tutto ciò che mi ha rapito il cuore. Scegliendo LesArtes, ho scelto soprattutto di abbracciare una missione: donare colore a chi crede che ormai la sua vita sia solo grigia. Scorrere le foto e trovare i visi sorridenti di quelle donne che hanno ricevuto la loro donazione, è veramente un’emozione, ti fa sentire davvero parte di questo progetto. L’acquisto non è più un capriccio, diventa un atto di amore.

Doniamo sorrisi!

Beh? Siete ancora qui a consumare pacchi di fazzoletti? Lo so, vi ho commosso, ma adesso è il momento di agire. Questo è il profilo Instagram di LesArtes, andate a sbirciare e contribuite anche voi a donare sorrisi.

…Come tutte le favole che si rispettino, la conclusione è una morale. Ce la insegna Graziana, citando Annie Ernaaux: “quello che conta non è ciò che succede,ma quello che si fa di quel che succede”.

Segui LesArtes su

#stayspilla #staysmailing

Post precedente
SOS condizionatore: ...
Post successivo
Bacco 06: una piacev...
0 Commenti

Usiamo cookies nostri e di terzi per migliorare i servizi e la tua esperienza di navigazione.
Hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un'esperienza migliore. Leggi la nostra politica sulla privacy e sull’uso dei cookies