1 1 3000 1 300 120 30 http://www.spilledabalia.it 960 0
site-mobile-logo
site-logo

Un metodo infallibile per tenere in ordine i vostri cassetti

Quante volte vi è capitato di ritrovare con grande felicità una maglietta nascosta in fondo al cassetto, che non ricordavate più di avere? Oppure di utilizzare sempre il primo strofinaccio che trovate ripiegato, ormai ridotto in brandelli, mentre sotto di lui si nascondono quelli intatti del corredo, che la vicina ha ben pensato di regalarvi per la Prima Comunione?

Sono sicura che sia successo almeno una volta anche a voi: i cassetti in disordine e poco funzionali sono un pò come le scorregge, tutti le facciamo ma nessuno lo ammette!

Mamma che disordine!

Se volete porre fine a questo disagio, non dovete far altro che armarvi di un pò pazienza e seguire dei semplici consigli, che persino una delle nostre Spille (nota per essere disordinata) è riuscita a mettere in pratica.

Prima di passare all’azione, è bene sapere che mettere in ordine non è solo una fissa delle nostre mamme o di alcune maniache (come me). Su questo tema sono nati libri, teorie sui vari sistemi da applicare, nonché vere e proprie figure professionali, e non parlo delle colf, ma di professional organizer.

Mary Poppins rulez.

Se avete deciso che da questo momento in poi l’ordine regnerà sovrano nella vostra casetta, allora dovete assolutamente conoscere Marie Kondo, guru dell’economia domestica e ideatrice del metodo KonMari, sistema studiato per riordinare al meglio gli spazi abitativi con lo scopo di migliorare la qualità della propria vita” (fonte Wikipedia).

Dopo di lei tantissime blogger e youtuber si sono scatenate emulando il suo metodo o trovando nuovi criteri per piegare calzini, magliette e tovaglie.

Il mio ingresso nel mondo dei cassetti ordinati è avvenuto grazie a mia mamma, una casalinga 2.0 sempre pronta a sperimentare una nuova ricetta letta su facebook o una nuova tecnica per accorciare i jeans in pochi minuti vista su youtube.
Un giorno mi ha chiamato dicendo che dovevo assolutamente provare questo nuovo sistema per piegare i vestiti, che avrei recuperato tanto spazio nell’armadio e che i miei cassetti sarebbero stati in ordine come nel catalogo IKEA.

Basta chiacchiere, è ora di darsi da fare. Da dove iniziare? Da quella che è la causa di tutti i mali, ovvero il modo in cui piegate e riponete la vostra roba.

Senza troppa suspance vi svelo subito il rimedio: piegate gli indumenti formando dei rettangoli e poi sistemate il cassetto disponendoli uno accanto all’altro.

Immagino, anche se non le vedo, le vostre facce perplesse.

Vedo la vostra faccia perplessa…

Ci sono cose che si possono capire solo con la pratica, quindi correte a prendere una maglietta (se non siete a casa togliete quella che avete addosso, per la gioia di chi vi circonda), e seguite questi semplici passaggi:

    1. liberate un piano e stendete sopra la vostra t-shirt;
    2. portate entrambi i lati della maglietta (quelli vicini alle maniche) verso il centro, nel senso della lunghezza (come vi ha insegnato la mamma);

      e ora arriva il momento cruciale:

    3. prendete la parte più vicina al collo e ripiegatela verso il centro, fate la stessa cosa con la parte finale della maglietta;
    4. sovrapponete le due parti in modo da formare un rettangolo che si reggerà in piedi da solo.

Applausi se ci siete riusciti solo leggendo le mie indicazioni, se invece vi state ancora chiedendo cosa vi ha insegnato la mamma, guardate questo video.

Se la vostra maglietta resta magicamente in piedi avete raggiunto il vostro obiettivo, ma se  si affloscia su sé stessa, non è abbastanza compatta tanto da reggersi in verticale. Vi consiglio allora di piegare gli indumenti leggeri in parti più piccole, riducendo larghezza e lunghezza, e quelli più pesanti in maniera meno compatta. Insomma sperimentate fino ad ottenere il vostro rettangolo autoportante.

La nostra missione non è ancora terminata: armatevi di buona volontà, svuotate il vostro cassetto e trasformate tutte le magliette in rettangoli magici. Poiché questa operazione richiederà un po’ di tempo, vi consiglio di mettervi comodi, mettere della buona musica o telefonare ad un amico che non sentite da tempo.

Ci siete? Bene ora non dovete far altro che riporre tutti i rettangoli nel cassetto, disponendoli uno accanto all’altro, come in questa GIF

Osservate un cassetto ordinato!

Una volta fatta l’abitudine e l’occhio a questa nuova disposizione del vostro cassetto, vi assicuro che non potrete farne più a meno: l’ordine sarà assicurato e nessuna maglia sfuggirà al vostro sguardo.

Il metodo del rettangolo che si regge da solo si può applicare a qualunque capo di biancheria: calze, tovaglie, lenzuola, asciugamani. Dovrete solo provare, piegare e ripiegare fino a raggiungere la giusta compattezza.

Provate questo sistema anche quando fate la vostra valigia, vedrete che riuscirete a portarvi dietro molta più roba, i capi non si sgualciranno e sarà più facile recuperare ciò che vi serve al momento.

Siccome sono buona, vi saluto con un ultimo video, dove vi mostro come ottenere un rettangolo da uno strofinaccio.

#stayspilla #stayinordine

Post precedente
La lavastoviglie: du...
Post successivo
Piccola guida per pe...
0 Commenti

Usiamo cookies nostri e di terzi per migliorare i servizi e la tua esperienza di navigazione.
Hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un'esperienza migliore. Leggi la nostra politica sulla privacy e sull’uso dei cookies