1 1 3000 1 300 120 30 http://www.spilledabalia.it 960 0
site-mobile-logo
site-logo

Risotto allo zafferano con cuore cremoso di gorgonzola

Il risotto tipico della tradizione milanese, ma arricchito da una noce di gorgonzola al centro, per una ricetta semplice ma più gustosa.

Non so voi, ma il nuovo anno non ha placato la nostra fame…
Ecco perché oggi vi presentiamo un grande classico della tradizione meneghina: il risotto allo zafferano. La sua prima apparizione risale al 1574, sulla tavola del vetraio belga Valerio di Fiandra, che all’epoca risiedeva a Milano per lavorare alle vetrate del Duomo. Per il matrimonio di sua figlia, i colleghi vetrai fecero aggiungere a un risotto bianco al burro, dello zafferano, spezia da loro utilizzata per ottenere una particolare colorazione dei vetri. Il nuovo piatto ebbe subito successo, sia per il suo sapore che per la sua tonalità gialla, che ricordava l’oro, sinonimo di ricchezza. Il risotto si diffuse presto nelle osterie e nelle taverne milanesi. Chiamato anche “risotto giallo” oggi è senza dubbio un piatto nazionale.

Noi lo assaggiamo nella versione di Valentina – per gli amici Lowcarbvale – una nostra amica con la passione della cucina che, da brava mamma, cerca di cucinare per la sua famiglia ricette buone e sane scegliendo sempre i migliori ingredienti e realizzando pietanze a basso impatto… glicemico. Questo grande amore per una cucina buona e sana ha deciso poi di condividerlo sui social e aprendo il suo blog personale, un vero e proprio ricettario tascabile, ricco di spunti gustosi, light e facili da preparare.

Il suo risotto segue la tradizione milanese, ma è arricchito da una noce di gorgonzola al centro.

“Avete presente il motto latino “melius abundare quam deficere”? Ecco quando si tratta di risotto questo è il mio mantra, perché se il risotto avanza il giorno dopo saltato in padella è ancora più buono”!

Le premesse ci sembrano già buone, non ci resta che conoscere la ricetta.

Difficoltà: bassa
Preparazione: 30 minuti
Cottura: 40 minuti
Dosi per: 4 persone

Ingredienti

100 gr di riso carnaroli a persona
1 scalogno
2 noci di burro
1,5 lt (minimo) di brodo di verdure
2 bustine di zafferano oppure 0,2 gr di pistilli
parmigiano a volontà
1 noce di gorgonzola per piatto

per il brodo
carote
sedano
cipolla
prezzemolo

Preparazione

Per prima cosa preparate il brodo facendo bollire l’acqua con le verdure indicate e tenetelo sempre caldo, altrimenti bloccherà la cottura del riso.

Affettate molto finemente lo scalogno, intanto sciogliete il burro e fate imbiondire lo scalogno.

Ora è il momento del protagonista della nostra ricetta, ovvero il riso: mettetelo in padella e girate bene in modo che assorba il burro e continuate così per un paio di minuti per far tostare leggermente i chicchi.

A questo punto ci sono due scuole di pensiero: c’è chi versa gran parte del brodo e lascia il riso a cuocere mescolandolo di tanto in tanto e chi, invece, mette poco brodo alla volta mescolando spesso. “Scegliete voi, a parer mio il risultato non cambia di molto”.

Risotto allo zafferano con cuore cremoso di gorgonzola.

Risotto allo zafferano con cuore cremoso di gorgonzola.

Portate il riso quasi a cottura (ci vorranno circa 20 minuti) e a circa 15 minuti mettete lo zafferano che avrete sciolto in un cucchiaio di brodo per amalgamarlo meglio. Se usate i pistilli, metteteli a bagno coperti in acqua bollente per almeno 40/60 minuti, poi aggiungeteli al riso.

A fine cottura, spegnete il fuoco e mettete il parmigiano (avendo usato il burro per il soffritto non ne serve altro), impiattate e mettete la noce di gorgonzola al centro.

Non c’è che dire, i piatti semplici sono sempre i più buoni e basta davvero poco per renderli diversi dal solito e fare una bella figura con gli ospiti. Questa poi è sicuramente una ricetta che può accompagnarvi tutto l’inverno, ogni qual volta avrete voglia di un pasto fumante e gustoso. Ora non vi resta che tingere di giallo la vostra tavola!

#stayspilla #stayyellow

Segui Lowcarbvale su


Sito web

Post precedente
Tappa in Liguria con...
Post successivo
Le ceramiche irriver...
0 Commenti

Usiamo cookies nostri e di terzi per migliorare i servizi e la tua esperienza di navigazione.
Hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un'esperienza migliore. Leggi la nostra politica sulla privacy e sull’uso dei cookies