1 1 3000 1 300 120 30 https://www.spilledabalia.it 960 1
site-mobile-logo
site-logo

Direttamente da Detto Fatto: Speciale Frigo con Titty&Flavia

Guida alla pulizia e alla sistemazione degli alimenti per un frigorifero perfetto, grazie ai consigli delle cleaning influencer più stimate d'Italia.

Puntata speciale con delle ospiti d’onore. Signore, ma anche SIGNORI, vi diamo il benvenuto al nostro “Speciale Frigo”, in compagnia di Titty e Flavia, le cleaning influencer più amate d’Italia.

Sì, oggi vi illumineremo con i consigli di queste due sante donne che hanno fatto della pulizia e dell’ordine della casa il loro mestiere, anzi meglio dire: la loro missione al servizio dell’umanità.

Titty e Flavia sicuramente non hanno bisogno di presentazioni, per chi però non le conoscesse ancora o non del tutto, ecco chi sono. Titty D’Attoma e Flavia Alfano sono le protagoniste dell’Economia Domestica italiana. Grazie al loro sito, sono diventate le migliori alleate di casalinghe, single e scapoli d’oro, alla ricerca di soluzioni facili, veloci ed economiche, per governare le proprie faccende domestiche. Il grande successo le ha condotte in tv, dove tengono una rubrica a Detto Fatto, la nota trasmissione di Rai2. Qui la loro genuinità e praticità nel trovare soluzioni alla portata di tutti, hanno conquistato i telespettatori prima e il popolo dei social poi.

“Il nostro incontro è avvenuto tanti anni fa,quando lavoravamo entrambe per una nota azienda pubblicitaria, e fin da subito è nato un certo feeling. Così, abbiamo deciso di mettere insieme le mille cose che avevamo in comune. Siamo mogli, mamme e lavoratrici, sempre di corsa fra i mille impegni quotidiani e di esperienza ne abbiamo accumulata abbastanza in fatto di organizzazione e ricerca di soluzioni easy e pratiche. Da tutto ciò è nata l’idea di www.soluzionidicasa.com, ormai online da più di dieci anni”.

Titty&Flavia, le cleaning influencer nazionali.

Titty&Flavia, le cleaning influencer “nazionali”.

L’occasione propizia per contattarle mi è stata offerta dal mio frigorifero: con la guerra dentro e non proprio profumato come uno Chanel n. 5.

Con lui il rapporto è molto conflittuale e prima di affidarmi a un analista per una terapia di coppia, ho pensato di farmi un esame di coscienza e capire di chi sono le colpe.

Mea culpa mea culpa mea maxima culpa

La responsabilità di questa separazione in casa è tutta mia. Lo trascuro pulendolo poco, butto lì la spesa senza un senso logico, parcheggio i cibi negli angolini, dove rimangono nascosti dai nuovi inquilini e quindi “ciao” finiscono per diventare avariati e buttati nell’umido. Non si può! Non si fa! “Giuro che cambierò”, gli prometto nel corso dell’ultima discussione. Per farlo, però, non ci vuole un analista, ma delle vere esperte della casa.

Fuori è bellissimo, ma dentro?

Fuori è bellissimo, ma dentro?

Ora vi mostrerò cosa ho imparato da questa “consulenza domestica” con le mie guru.

Innanzitutto la regola n. 1, quella proprio base, da cui parte tutto:

Il segreto per un frigo super organizzato è occuparsene con criterio, averne cura e pulirlo regolarmente, ma anche saper disporre gli alimenti in modo intelligente.

Noi ci concentreremo proprio su questi due aspetti: la pulizia e la disposizione dei cibi.

Operazioni di pulizia – come, dove e quando

Cominciamo svuotando il frigo, tanto di sicuro gli alimenti saranno disposti in maniera del tutto casuale, senza criterio, e quindi avreste dovuto metterci le mani prima o poi, ma vedremo dopo questo aspetto. Togliamo quindi tutto e prepariamoci a pulirlo.

Il bello di avere due coach come loro è che qualsiasi prodotto per l’igiene della nostra casa può essere “fai da te”, con ingredienti naturali e facilmente recuperabili. Infatti, la ricetta della miscela per un frigo splendido splendente è la seguente:

Pochi ingredienti, tanto pulito.

Pochi ingredienti, tanto pulito.

Versate 4 cucchiai di bicarbonato in una caraffa, aggiungete 3 gocce di olio essenziale di limone e 3 gocce di olio essenziale di tea tree (prodotto che ormai conosciamo bene. Per ben altri benefici, cliccate qui), poi aggiungete 800 ml di acqua e mescolate fino a che il bicarbonato non si sarà sciolto completamente. Ora mettete la soluzione in un contenitore spray e usatela per pulire tutte le parti interne del frigorifero.

Per le guarnizioni, indispensabili per una buona tenuta del fresco all’interno del frigo e che proprio per questo devono essere sempre pulitissime in modo da sigillare bene, il suggerimento è invece quello di pulirle prima con un pennellino per eliminare polvere e residui di cibo, poi lavarle con una spugna morbida intrisa da una miscela fatta con 2 cucchiai di succo di limone, 2 cucchiai di bicarbonato e 2 cucchiai di acqua tiepida. Non serve risciacquo!

Qualcuno di voi si starà chiedendo “ma ogni volta devo smontare e rimontare ripiani e cassetti?

Certo, smontare i ripiani consente una pulizia più accurata, ma è ovvio che non può essere la soluzione abituale. Un panno in microfibra intriso con una miscela di acqua e aceto in parti uguali potrebbe essere l’alternativa easy, ma comunque efficace. Passatelo sui ripiani o sulla parte interna dello sportello: le proprietà antibatteriche dell’aceto vi aiuteranno a mantenere il frigo pulito e igienizzato.

Questa soluzione, sicuramente adatta a chi ha poco tempo da dedicare alla casa, può essere adottata anche solo una volta a settimana, anche se passare il panno ogni volta che ci sono macchie o tracce di sporco è la cosa più indicata. Resta il fatto, però, che il frigo ha bisogno anche di una pulizia più meticolosa almeno una volta ogni 2 o 3 mesi.

Come accennavo prima, un altro problema che mi fa dannare l’anima e che mi fa aprire il frigo controvoglia, soprattutto se di prima mattina, è il cattivo odore.

Cattivo!

Cattivo!

Per eliminare in maniera definitiva il problema, Titty e Flavia segnalano ancora una volta un rimedio “fai da te”, sicuramente più sano rispetto ai cattura odori del supermercato: prendete un vecchio barattolo di vetro, ben lavato e asciugato e metteteci dentro 3 cucchiai di bicarbonato e 3 gocce di olio essenziale di tea tree. Senza mettere il coperchio al barattolo, sistematelo con cura su un ripiano in alto o su quello più vicino alla ventola. Cambiate la miscela ogni 3 mesi.

Insomma, vista così, anche un’operazione noiosa come quella della pulizia del frigorifero, sembra una passeggiata e alla portata anche di un pigrone cronico. Non ne siete propriamente convinti? Titty e Flavia hanno un messaggio per voi:

“Il pigrone di turno non ha scuse, perché le nostre miscele sono facili da realizzare, economiche e composte da ingredienti che di solito sono in casa o comunque semplici da reperire. E poi, la pulizia del frigorifero è importante, ne va della nostra salute. Dopotutto noi “siamo quello che mangiamo”.

E sul cibo non si scherza!

Non c'è bisogno di tenerlo vuoto, basta saper organizzare la spesa!

Non c’è bisogno di tenerlo vuoto, basta saper organizzare la spesa!

Ora che tutto è lindo e profumato, non ci resta che sistemare la nostra spesa.

La sistemazione degli alimenti – rigore e disciplina

Questo aspetto ha un ruolo fondamentale nell’organizzazione di un frigorifero efficiente e funzionale.

Uno dei problemi più comuni è proprio il cibo che scade senza che ce se ne accorga. Un inutile spreco e per evitarlo è bene controllare le scadenze degli alimenti almeno una volta a settimana e mettere davanti tutti i cibi di minor durata, mentre dietro quelli con un tempo di conservazione maggiore. Se si acquistano cibi che scadono nel giro di 2 o 3 giorni vanno messi in prima fila fin da subito, già al momento della prima sistemazione in frigo.

È buona norma, poi, che si usino i contenitori (tutti ne siamo strapieni in casa, tra quelli che abbiamo comprato e quelli mai restituiti alla mamma, quindi non fate i furbi!).

Ogni cosa al suo posto!

Ogni cosa al suo posto!

Riporre i nostri alimenti in appositi contenitori è importante per la conservazione dei cibi, perché sono strumenti appositamente pensati per ridurre al minimo il fenomeno dell’ossidazione, causa principale del deperimento dei cibi in breve tempo, rovinando le loro proprietà organolettiche o rendendole avariate e quindi pericolose per la salute. Con contenitori adeguati e di buona qualità, in plastica o in vetro, si può aumentare anche notevolmente il tempo di commestibilità degli alimenti.

Adesso che ogni alimento ha la sua “vaschetta salva freschezza”, passiamo alla parte più scientifica della questione: la collocazione dei cibi.

Leggete con attenzione, perché ci sono regole ben precise da rispettare, dato che le varie zone del frigo non hanno tutte la stessa temperatura, quindi vanno usate in modo corretto.

  • In alto, dove la temperatura si aggira intorno ai 6°C, mettiamo yogurt e latticini, ma anche le uova e gli affettati nelle apposite vaschette. I salumi possono essere conservati anche nella carta per alimenti con cui vi vengono dati in negozio.
  • Scendendo la temperatura sarà di 4°C e quindi più adatta per le salse, i sughi e gli avanzi di cibo cotti. Attenzione: prima di riporre in frigo la cena avanzata, assicuratevi che si sia raffreddata!
  • Più in basso, ad una temperatura di 2°C, mettiamo la carne e il pesce crudi.
  • Nelle vaschette che solitamente hanno una temperatura di 8°/9°C, vanno collocati frutta e verdura cruda.
  • Nello sportello, a circa 10°C, trovano posto bibite, acqua e vino, ma anche burro e latte.
Studiate!

Studiate!

Ci sono alimenti comunque che non necessitano di essere parcheggiati in frigo, anzi… le basse temperature potrebbero addirittura alterare i loro principi. Tra quelli più comuni: il caffè, i pomodori (soprattutto se non del tutto maturi), il basilico, le patate, la cipolla, l’aglio, il pane (al massimo va congelato), le banane, gli agrumi (ad eccezione del limone), le mele, le pere.

Vedo volti disperati, ma posso convincervi ad adottare queste sane abitudini, perché memorizzarle e metterle in pratica in automatico è più facile di quanto si pensi. Anche in questo caso, come ve lo mostrano le nostre tutor.

Preparate al computer una scaletta o un elenco di come vanno messi i cibi in frigo (va benissimo anche un’immagine del frigorifero con i disegni degli alimenti, aiuta soprattutto chi ha una memoria fotografica), attaccate il foglio allo sportello del frigo con una calamita e guardatelo ogni volta che mettete a posto la spesa. Nel giro di poche settimane l’avrete memorizzato.

Se è entrato in testa a me…

Ecco vostra suocera che tenta di eguagliarvi!

Ecco vostra suocera che tenta di eguagliarvi!

È tutto chiaro? Certo, la costanza è tutto in questo caso, come per qualsiasi altra cosa nella vita, del resto. Ma pensate a quanto fareste schiattare d’invidia vostra suocera alla vista di un frigo sempre così pulito e ordinato! Per i single, poi: altro che collezione di francobolli, basterà dire “Sali a vedere il mio frigo sistemato alla Titty e Flavia?” Conquistata! Per quelli che non hanno secondi fini da raggiungere, pensate semplicemente che aprire il frigo sarà un piacere anche di prima mattina, quando i vostri stomachini fragili non dovranno più fare la lotta con quel mostro chiamato “cattivo odore” e non sarete più divorati dai sensi di colpa per aver buttato per l’ennesima volta quello stracchino che tanto ci sarebbe servito per quelle piadine… di una settimana fa!

E poi fidatevi, perché tutto quello che vi ho appena mostrato è il frutto di studi, ragionamenti, esperimenti e prove fatte in prima persona dalle nostre amate coach. Il risultato perciò è assicurato!

Ultimo regalo: se siete tipi da “se non vedo non credo”, guardate il video tutorial e agguantate la spugna!

#stayspilla #stayclean

Segui Titty&Flavia su


Sito web

Post precedente
Le storie di carta r...
Post successivo
Speciale capelli ric...
1 Commento

Usiamo cookies nostri e di terzi per migliorare i servizi e la tua esperienza di navigazione.
Hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un'esperienza migliore. Leggi la nostra politica sulla privacy e sull’uso dei cookies