1 1 3000 1 300 120 30 https://www.spilledabalia.it 960 1
site-mobile-logo
site-logo

Il nostro
Week Hand
(R)esistente

Appuntamento imperdibile con il Festival del Fatto a Mano.
Tanti talenti e storie di vita.

Crediamo che la vita spesso ci metta di fronte a un bivio: mollare tutto o resistere?

Beh, la risposta ci è stata data a Week Hand dai suoi protagonisti.

Artigiani (R)esistenti che non hanno gettato la spugna quando le difficoltà erano troppe per andare avanti, che spendono il loro tempo per coltivare ciò in cui più credono. Fatica, creatività e passione si uniscono nella mente e nelle mani degli uomini e donne che anche quest’anno abbiamo incontrato a Week Hand.
Non vogliamo raccontarvi quanto siano belle e particolari tutte le loro creazioni e di quanti soldi (tanti!) abbiamo speso. Quello che ogni volta colpisce al cuore sono le loro storie di vita: alcune le conosciamo grazie a questo anno di Spille, altre le abbiamo scoperte lì grazie a chi ci ha accolto nel proprio mondo. Altre ancora le racconteremo… e non vediamo l’ora.

(R)esistere per loro significa non fermarsi di fronte alle avversità, significa stringere i denti quando nulla è certo, i soldi sono pochi e non ci sono occasioni per emergere.
(R)esistere significa credere in un sogno e nelle proprie capacità e mostrarle al mondo intero nonostante l’incertezza e le critiche.
(R)esistere significa gioire quando qualcuno viene da te per acquistare qualcosa di cui si è innamorato, e non perché ha un’etichetta che lo fa diventare famoso, semplicemente perché è bello, trasmette emozioni, fa sentire chi lo indossa unico, rende la casa ancora più accogliente, pieno di profumi e colori.

Ta Petite | Cou.cou.ja

Ta Petite | Cou.cou.ja

C’è chi, come Ta Petite, rende il mondo dei piccoli più leggero e candido; chi come Cou.cou.ja fa nuotare nelle case pesciolini di stoffa; chi realizza creazioni d’avanguardia come Babel e chi distrattamente disegna l’emozione come Le Cose che Sono.

Babel | Le Cose che Sono

Babel | Le Cose che Sono

Ancora c’è chi fa del cemento un gioiello come Lindanera o della resina opere indossabili come E.Lorraine. Chi personalizza le tavole con delle ceramiche uniche nel loro genere come Elisa Laise.

Lindanera | E. Lorraine

Lindanera | E. Lorraine

E poi abiti sartoriali realizzati dalle mani d’oro di Alessia Barbarossa o da Filotrama, da impreziosire con accessori in pelle di Cellaimo o con cinture in legno di STUDIONAT (continuerei all’infinito!).

Officine Gualandi | Cera una bolla

STUDIONAT | MudMoiselle

Tutti loro sono legati da un filo conduttore. Nulla è impossibile se lo fai con amore.

Entrare a Palazzo Trinci è stato un po’ come andare a trovare vecchi amici che non vedi da tanto: Sara (MudMoiselle), Tania e Renato (Officine Gualandi), Marika e Sara (Cera una bolla).

Officine Gualandi | Cera una bolla

Officine Gualandi | Cera una bolla

E ancora Marta (Back from Rubbish), Francesca (Buh Lab), Laura (Drawing Fish) e Camilla (Pollicenero).

Back from Rubbish | Buh Lab

Back from Rubbish | Buh Lab

Abbracci, sorrisi e poi ancora sorrisi e abbracci.

Come dei veri amici, sin dall’inizio del nostro progetto ci hanno sostenuto e si sono raccontati… rivederli è stato emozionante.

Back from Rubbish | Buh Lab

Drawing Fish | Pollicenero

Vedete, ciò che ci ha più affascinato del fantastico mondo dell’artigianato è proprio questo: si è tutti una grande famiglia. Nel momento in cui si entra nelle case degli artigiani, anche solo per dare una sbirciata, si è già parte di loro. E proprio perché sanno quanto sia difficile oggi portare avanti a testa alta le proprie idee attraverso la loro sperimentazione e storie fanno capire “ce la puoi fare”.

Andare a Week Hand è un po’ come riscoprirsi e, se non ci siete mai stati, vi consigliamo di programmare da ora una trasferta per il prossimo anno, non ve ne pentirete.

 

Messaggio per gli artigiani che non abbiamo incontrato
Avremmo voluto chiacchierare con tutti ma eravate tantissimi… Ci rivediamo il prossimo anno!

#stayspilla #stayfattoamano

Segui Week Hand su


Sito web

Indirizzo
Palazzo Trinci | piazza della Repubblica, 25 Foligno

Post precedente
Frutta e verdura di ...
Post successivo
La Street Art <br>di...
0 Commenti

Usiamo cookies nostri e di terzi per migliorare i servizi e la tua esperienza di navigazione.
Hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un'esperienza migliore. Leggi la nostra politica sulla privacy e sull’uso dei cookies