1 1 3000 1 300 120 30 https://www.spilledabalia.it 960 1
site-mobile-logo
site-logo

La vita ti stressa? Lo yoga potrebbe essere la risposta che stavi cercando

Un viaggio nelle basi della pratica yoga e i suoi i benefici grazie al prezioso supporto di Giovanna Mattino, Yogin e scrittrice.
In copertina: una Spilla Yogini in modalità aperitivo con supplì. Illustrazione by Cose Ovunque.

Capita a tutti di passare un periodo buio e altamente stressante. Per noi Spille la soglia degli anta, fare i conti con quella che io chiamo la “seconda adolescenza”, il lavoro hanno significato una serie costante di sbuffamenti h24 finché non abbiamo pensato bene che dovevamo fare qualcosa per aiutarci. Ed è in questo momento storico che abbiamo incontrato Giovanna, donna sagace, madre affettuosa, insegnante competente che ci ha preso per mano e portato con lei nel meraviglioso mondo dello yoga facendoci passare i traumi dati da lezioni di prova precedenti e istruttori poco all’altezza.

Pietrino il gatto.

Pietrino il gatto.

Fino a poco tempo fa le lezioni si tenevano a casa sua, che lei chiamava studio-abitazione, come gli artisti del secolo scorso! Noi arrivavamo con lo stress accumulato e la maglietta di ricambio nella borsa. Io proteggevo “Spilla Pamela” – causa fobia felina – da Pietrino, il gatto di Giovanna che ora non è più con noi, ma che ci rimane nel cuore per tutte le volte che siamo saltate alla sua comparsa improvvisa. E intanto scoprivamo le gioie della stimolazione del perineo.

Prima di parlarvi di yoga c’è un piccolo segreto che dobbiamo svelare alla nostra insegnante. In una delle prime lezioni all’affermazione “rilassatevi, sentite la respirazione nella pancia, che sarà vuota a quest’ora della sera” noi tre abbiamo riso sotto i baffi perché Seri il Forno di Piazza Bologna è il nostro posto preferito in cui andare prima della lezione. Coccolarci con un aperitivo a base di Campari Spritz (anzi ne approfitto per ringraziare pubblicamente il “mio Camparista” come lo chiamo io per la sua bravura nella generazione del cocktail) o birra e l’immancabile supplì al telefono; il tutto per riempire lo stomaco e alleggerire la testa. Scusa Giovanna!

Ma torniamo alle cose serie. Giovanna Mattino ha cominciato a praticare una decina di anni fa per bisogno, a causa del lavoro stressante in una multinazionale e di un capo-ufficio odioso. Ha capito subito che lo yoga era già dentro di lei iniziando così un percorso di scoperta e conoscenza, durante il quale ha fatto una lunga formazione durata ben 4 anni! Ha cominciato ad insegnare quando si è sentita sicura di poter trasmettere il messaggio dello yoga con la stessa forza che sente in lei. “Insegnare è difficilissimo e sfidante insieme, perché mostri all’esterno il piccolo fiore di loto che stai coltivando dentro di te, la tua parte più intima e pura, e in contempo sei impegnata in questioni gestionali, pratiche ed economiche, che ti riportano al piano materiale. Ecco, combinare questi due aspetti – il tuo sviluppo spirituale e la gestione dell’insegnamento – è una vera sfida, perché anche nel tuo aspetto più umano devi essere yogica, centrata, in elevazione.”

Giovanna in Gomukhasana, la posizione del muso di vacca.

Giovanna in Gomukhasana, la posizione del muso di vacca.

Per chi deve ancora avvicinarsi allo yoga spieghiamo meglio cosa è grazie alle parole della nostra insegnante: “lo yoga è una filosofia di vita e di pensiero di antica tradizione indiana. Una disciplina esperienziale, che parte dall’osservazione di sé per arrivare alla conoscenza spirituale. Oggi è una pratica molto di moda, purtroppo spesso confusa con una ginnastica dolce o una psicoterapia. Lo yoga è potente e universale, i suoi effetti sono duraturi nel tempo e lungimiranti, perché puntano al profondo del nostro spirito, oltre la dimensione materiale e mentale.”

Solo questa definizione dovrebbe farvi capire la potenza di quanto la pratica possa aiutare a rilassarsi, a centrarsi, a ritrovare il proprio equilibrio. Cosa non affatto facile perché molte posizioni sono complicate e anche le più semplici quando tenute a lungo possono darvi del filo da torcere.La parola yoga in sanscrito significa unione e si riferisce all’armonia tra gli opposti emisferi, il maschile e il femminile, che lottano dentro di noi e ci portano confusione, ansia e conflitto. Una pratica costante nel tempo e consapevole nei modi induce alla concentrazione della mente e a uno stato di equilibrio interiore, che dona pace e benessere, liberandoci dai condizionamenti del corpo e della mente.”

Come vi chiamerete durante la pratica? Con Yogini si indica la praticante yoga di sesso femminile, mentre con il termine Yogi ci si riferisce al maschio. Yogin invece si utilizza al plurale o in forma neutra. Per iniziare, le regole base sono molto semplici: non servono grandi capitali e attrezzature, ma “occorre solo buona volontà, pazienza, disponibilità all’ascolto. Abiti comodi, piedi nudi e un tappetino sono la porta per la felicità!” Lo yoga è una disciplina democratica e trasversale, adatta a tutti. “In presenza di patologie fisiche bisogna prestare attenzione e non voler praticare ogni posizione a tutti i costi, ascoltando i messaggi del corpo. Lo yoga che fa male è lo yoga fatto male, diceva un grande maestro”.

Asana, Pranayama, Mantra, Chakra, sono le principali parole criptiche che incontrerete all’inizio del vostro percorso, quindi non vi resta che capire meglio di cosa si tratta sempre grazie all’aiuto di Giovanna.

Siddhasana, la posizione degli spiriti illuminati.

Siddhasana, la posizione degli spiriti illuminati.

Asana è una parola che deriva dal sanscrito, letteralmente è “la posizione comoda e stabile” e indica le posizioni fisiche che vengono utilizzate in modo tale che il praticante di yoga riesca a incanalare l’energia in alcuni punti del corpo, aprendo i propri chakra e ottenendo benefici fisici e mentali.

Durante le varie posizioni il Pranayama cioè le pratiche respiratorie (letteralmente “controllo dell’energia vitale”) svolgono un ruolo fondamentale, in primis per muovere l’energia vitale dal basso verso l’alto e anche per completare la posa assunta e permettere al corpo di mantenerla. “Nello yoga occidentale si dà importanza primaria agli asana e a un numero molto ridotto di pranayama, dimenticando che nello yoga tradizionale vengono indicate ben 8 vie dello yoga di cui asana e pranayama sono solo le prime due. Credo sia essenziale conoscere la posizione a gambe incrociate (siddhasana, la posizione degli spiriti illuminati), in cui si possono praticare molti pranayama e si cantano i mantra. Ho dedicato alle pratiche respiratorie il racconto ‘Ero in volo’ contenuto nel mio libro ‘Racconti di yoga e di amore’ e sono molto affezionata a quella che ho ribattezzato ‘respirazione della farfalla’ (Buddhi mudra pranayama), che apre la regione del cuore e ci riconnette con l’amore cosmico, la benevolenza verso noi stessi e verso gli altri”.

“I Mantra sono i canti rituali che attivano con le vibrazioni sonore i nostri centri energetici primari. Ad ogni chakra è abbinato un bija mantra, ossia un suono-seme, da cui parte il risveglio energetico, quasi una chiamata alle armi di ogni chakra. Il mantra principale è l’OM, che ha un valore vibrazionale assoluto e ci riporta al suono primordiale della nascita della vita e dell’inizio di tutti i tempi, ci rimanda alla divinità cosmica e all’umanità divina che dimora dentro di noi.”

Uno dei più belli e difficili è lo Shanty Path che vi lascio qui di seguito, è un potente mantra di pace e prosperità per infondere al corpo e alla mente vibrazioni e sentimenti positivi, ma serve anche alla sfera psichica, per ricordarsi dello scopo spirituale.

Chakra in sanscrito significa centro, ruota e identifica i numerosi centri di energia che si trovano disseminati nel nostro corpo. Nell’anatomia occulta si riconoscono 7 chakra principali, che si trovano in linea verticale lungo la colonna vertebrale (i primi 5), dietro la testa (il sesto) e sulla sommità della testa (il settimo). I chakra ruotano finché c’è dispersione di energia, smettono il loro movimento quando il centro energetico arriva a maturità e consapevolezza: in questo caso si parla di risveglio del chakra. Attraverso la pratica dello yoga si “massaggiano” i centri energetici inducendoli al risveglio.”

I 7 chakra.

I 7 chakra.

Sapete che noi Spille diamo consigli al motto di “se è stato utile a noi, fidatevi e fatelo anche voi”. Le basi ora le avete, non vi resta che buttarvi e diventare dei veri Yogin. Visto che abbiamo a cuore la salute dei nostri lettori, la prima lezione di yoga da Giovanna la pagherete solo 7,5 euro, basterà comunicarle, al momento della prenotazione, il codice sconto riservato SPILLAVIALOSTRESS.

SPILLAVIALOSTRESS.

SPILLAVIALOSTRESS.

Vi lascio con uno degli insegnamenti più cari che ho ricevuto da Giovanna:

State con voi stessi e stateci bene, è la migliore compagnia che vi possa capitare nella vita.

Ultimo, ma non ultimo, avete visto la copertina? È opera della mitica Simona Settembre, in arte Cose Ovunque, una bravissima illustratrice che riesce a catturare ogni sfumatura della vita nonché la creatrice di Bagnetto Tificiale ovvero session musicali che si tengono nel bagno più piccolo di Roma – il suo – al motto di: “Il bagno non è un luogo dove si fa musica? e noi ci facciamo la musica”.

Un nuovo sodalizio quello con Cose Ovunque di cui andiamo molto fiere.

Il ringraziamento finale non può che andare a lei perché dal nostro aneddoto strampalato di aperitivi e yoga ha tirato fuori perfettamente la nostra anima sempre alla ricerca del suo equilibrio nel mondo.

#stayspilla #staynostress

Contatta Giovanna Mattino su

mobile: 334 7861623
mail: giomattino@yahoo.it

Sito web

Vuoi seguire le sue lezioni?

Mercoledì ore 19.15
OfficeJam | via Salento 63, Roma

Giovedì ore 19.00
Associazione Manipura | via Nemorense 111, Roma

“Racconti di yoga e di amore”
Per le recensioni al libro:  https://yogaperlapelle.webnode.it/pagine-di-yoga-e-di-amore/
Per acquistare il libro contattare l’autrice via email: giomattino@yahoo.it
Acquisto online su:

www.lafeltrinelli.it/libri/giovanna-mattino/racconti-yoga-e-amore

www.ibs.it/racconti-di-yoga-di-amore-libro-giovanna-mattino

Post precedente
Bijoux in ceramica e...
0 Commenti

Usiamo cookies nostri e di terzi per migliorare i servizi e la tua esperienza di navigazione.
Hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un'esperienza migliore. Leggi la nostra politica sulla privacy e sull’uso dei cookies